TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

7 abitudini quotidiane che possono causare problemi con hj

È risaputo che cose come fumare o bere grandi quantità di alcol possono danneggiare il tuo cuore nel tempo.

Ma molte abitudini quotidiane a cui potremmo non pensare veramente – quanto spesso ci laviamo i denti, quali integratori prendiamo e quanto caffè beviamo – possono anche avere un impatto negativo sulla salute del nostro cuore.

Ciò che facciamo e ciò che mangiamo e beviamo può influenzare notevolmente la pressione sanguigna, il colesterolo, la frequenza cardiaca e, in ultima analisi, la funzione cardiaca in generale.

Ecco sette abitudini quotidiane che possono portare a problemi cardiaci.

1. Diete rigide e riduzione di alcuni macronutrienti

Daniel Edmondovich, MD, cardiologo presso il Temple University Hospital, spiega che le persone spesso pensano di seguire una dieta sana ed equilibrata quando in realtà si stanno lentamente facendo strada verso problemi cardiaci.

I grassi sani sono importanti per un cuore sano. Foto: anaumenko – stock.adobe.com

Ad esempio, ha visto persone seguire una dieta a basso contenuto di colesterolo ed evitare i grassi sani, che sono importanti macronutrienti. Questo può portare a mangiare troppi carboidrati. Sebbene questo tipo di dieta non porti ad un aumento del colesterolo, può portare ad un aumento di peso, afferma Daniel Edmondovich.

Le diete drastiche possono influenzare in modo simile il sistema cardiovascolare e Ricerca Ha dimostrato che un cambiamento improvviso ed estremo nelle abitudini alimentari può portare a un deterioramento della funzione cardiaca.

– Dice che passare da un estremo all’altro fa più male che bene Huffpost.

2. Isolamento sociale e solitudine

Rigved Tadwalkar, MD, cardiologo presso il Providence Saint John’s Health Center di Santa Monica, in California, spiega che anche l’isolamento dagli altri può avere un impatto significativo sulla salute del cuore.

incidente studia ha mostrato che le donne anziane avevano un rischio dell’8% di malattie cardiovascolari quando vivevano in isolamento sociale e un rischio del 5% di malattie cardiovascolari quando vivevano da sole. Per le persone che soffrono di isolamento sociale e solitudine, il rischio di malattie cardiache aumenta fino al 27%.

L’isolamento sociale può anche contribuire alla depressione e la depressione può portare a fattori di rischio cardiovascolare come l’ipertensione, uno stile di vita sedentario e cattive abitudini alimentari.

– Rigved Tadwalkar afferma che l’isolamento sociale è un problema enorme e contribuisce alla cattiva salute del cuore.

3. Cattiva salute dentale

I problemi dentali, come la carie, possono anche aumentare il rischio di infezioni batteriche nel flusso sanguigno. Secondo Rigved Tadwalkar, è molto facile per i batteri della bocca entrare nel sangue.

Nuova ricerca È stato anche dimostrato che lavarsi regolarmente i denti è associato a una migliore salute del cuore.

Una buona igiene orale è importante. Non possiamo dire al 100% che lavarsi i denti e usare il filo interdentale ogni giorno prevenga un infarto, ma se sei nella zona a rischio di malattie cardiache, il rischio di questo tipo di malattia può aumentare se non ti prendi cura del tuo cavo orale salute, dice Daniel Edmondovich.

4. Alcuni farmaci e integratori alimentari

È stato dimostrato che alcuni farmaci causano problemi al cuore e ai vasi sanguigni. I farmaci per l’ADHD, ad esempio, possono stressare il sistema nervoso e causare un aumento della frequenza cardiaca e ipertensione. I medicinali che hanno un effetto diuretico possono abbassare la pressione sanguigna e, nelle persone con normale pressione sanguigna bassa, causare capogiri.

Alcuni farmaci e integratori alimentari possono influire negativamente sul cuore. Foto: MIA Studio/Shutterstock

Rigved Tadwalkar sottolinea che questo non significa che tutti dovrebbero preoccuparsi delle proprie medicine. Se hai una predisposizione alla pressione sanguigna o problemi del ritmo cardiaco, dovresti stare attento al dosaggio. Il medico dovrebbe considerare la salute del tuo cuore quando calcola la dose giusta per te.

READ  Västra Götaland ha ricevuto un vaccino contro il vaiolo delle scimmie

Gli integratori possono anche influenzare il cuore, specialmente nelle persone che assumono vitamine e integratori di cui in realtà non hanno bisogno. Gli integratori alimentari possono influenzare l’effetto di altri farmaci che stai assumendo e portare a effetti negativi sul cuore, secondo Rigved Tadwalkar. Raccomanda di parlare con un medico dell’integrazione per determinare se potrebbe avere effetti cardiovascolari per te.

5. Troppa caffeina

Il caffè che contiene caffeina in quantità adeguate protegge il cuore. La ricerca mostra che due tazze di caffè al giorno forniscono i maggiori benefici cardiovascolari.

Tuttavia, il consumo eccessivo di caffè può avere un effetto negativo in quanto può portare ad un aumento della frequenza cardiaca, restringimento dei vasi sanguigni e aumento della pressione sanguigna. Rigved Tadwalkar dice: Se appartieni a coloro che sono più propensi di altri quando si tratta di soffrire di disturbi del ritmo cardiaco, allora dovresti assolutamente prestare attenzione al caffè.

È stato dimostrato che due tazze di caffè al giorno forniscono i maggiori benefici cardiovascolari. Immagine: Architetto Farknot / Shutterstock

La caffeina è considerata sicura in quantità fino a 300-400 milligrammi. Successivamente, può causare una serie di effetti negativi.

Ricerca Ha anche dimostrato che il caffè filtrato era associato a livelli di colesterolo migliori rispetto al caffè non filtrato, la cosiddetta stampa francese.

Non associamo spesso il colesterolo al caffè, ma il caffè filtrato è migliore per il colesterolo rispetto al caffè non filtrato. In generale, più nero è il caffè, più è salutare per il corpo, afferma Rigved Tadwalkar.

6. Stress

Quando il sistema “lotta o fuga” del corpo è attivato cronicamente, può causare infiammazione nel corpo e un rilascio prolungato di ormoni dello stress come l’adrenalina. Combinati, questi fattori possono portare a cambiamenti fisiologici nel corpo, come ipertensione, colesterolo alto, obesità, insulino-resistenza e anomalie elettrolitiche.

Lo stress cronico può anche aumentare il rischio di coaguli di sangue. Se si forma un coagulo nell’arteria già ristretta, può causare un infarto.

– Questo è il motivo per cui le persone sotto stress cronico spesso finiscono per avere un attacco di cuore, dice Rigved Tadwalkar Huffpost.

I fattori scatenanti dello stress sono sempre intorno a noi e può essere difficile evitarli. Poiché questi fattori scatenanti non scompaiono, è fondamentale imparare a gestirli in modo efficace.

Rigwed Tadwalkar consiglia attività antistress come la meditazione, lo yoga e varie forme di esercizio o hobby.

7. Troppo sonno o troppo poco sonno

La maggior parte di noi ha bisogno di circa 7-8 ore di sonno ogni notte. Dormire troppo o troppo poco può contribuire a problemi cardiovascolari, inclusi infarto e ictus.

Non si tratta solo della quantità di sonno, ma anche della qualità. Un sonno di qualità è essenziale per mantenere un cuore sano. La scarsa qualità del sonno è legata all’ipertensione, al colesterolo alto e all’indurimento delle arterie.