TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Si avvicina il lockdown negli Stati Uniti

Il presidente della Camera repubblicana Kevin McCarthy sta avanzando una serie di richieste per il rilascio del bilancio dell'amministrazione Biden per il prossimo anno fiscale.  Foto d'archivio

I lockdown federali negli Stati Uniti si stanno avvicinando rapidamente. La situazione è arrivata ad un punto morto tra i repubblicani senior al Congresso e la Casa Bianca, con il presidente Joe Biden, per quanto riguarda il bilancio statale.

Al centro dell’attenzione ora c’è il presidente repubblicano della Camera dei Rappresentanti, Kevin McCarthy, che sta facendo pressioni su Joe Biden per ottenere una nuova tornata di concessioni.

Vogliono costruire un muro contro il Messico

Questa primavera, McCarthy è riuscito a convincere il governo Biden a piegarsi su diversi punti cruciali per accettare di eliminare il rischio che il governo degli Stati Uniti raggiungesse il tetto del debito.

“Voglio sedermi con il presidente per proteggere i nostri confini”, ha detto mercoledì McCarthy, dopo aver chiesto al governo Biden di riprendere la costruzione del muro contro il Messico che Donald Trump aveva iniziato durante la sua permanenza alla Casa Bianca.

Altre richieste avanzate includono la sospensione dei nuovi pacchetti di sostegno per l’Ucraina, norme più severe in materia di asilo e immigrazione e profondi tagli al bilancio.

Per evitare efficacemente le chiusure è necessario raggiungere un accordo tra i democratici al Senato e i repubblicani alla Camera prima che il prossimo anno finanziario inizi domenica 1 ottobre.

Ma gli Stati Uniti non precipitano immediatamente in quello che potrebbe essere descritto come un “precipizio del budget”. Durante il periodo di transizione, il Congresso e la Casa Bianca potranno destreggiarsi tra i fondi disponibili. Ma dura solo per un periodo limitato e quando i soldi finiscono, arrivano le chiusure, di solito prima i musei e i parchi nazionali finanziati dal governo federale.

READ  Esclusivo negozio di moda a Göteborg legato a reati fiscali

Dal 1981 negli Stati Uniti ci sono state in totale 14 chiusure federali. La più lunga è durata 35 giorni, nel 2018-19.

Potrebbe dover lavorare senza retribuzione

Durante le chiusure, i dipendenti di alcune agenzie federali e delle operazioni finanziate dagli Stati Uniti vengono messi in congedo. Ma parti dell’apparato statale considerate cruciali – come la magistratura, la difesa e la sorveglianza dello spazio aereo americano – continuano a funzionare, in casi estremi senza che i dipendenti ricevano uno stipendio.

Alcune società, come la Federal Reserve e il servizio postale statunitense, continuano a operare come al solito poiché dispongono di fonti di finanziamento separate.

La lotta al bilancio, che ora rischia di finire con le chiusure, non è considerata finanziariamente pericolosa quanto il rischio che il governo americano debba sospendere i pagamenti perché ha raggiunto il tetto del debito e non può più ottenere nuovi prestiti.

Molti osservatori vedono nei pagamenti pendenti del governo statunitense legati alla crisi del tetto del debito il primo passo verso una profonda crisi finanziaria globale.