TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Quegli incontri erano divertenti in quel momento.”

L'ultima volta che Gais e MFF si sono incontrati all'Allsvenskan di Malmö è stato nell'estate del 2012.

All'epoca non c'erano giocatori attivi in ​​verde e nero in campo, ma l'attuale vice allenatore Kenneth Gustafsson lo era.

– Lo ricordo, perché è stata una delle ultime partite di Alexander Aksin. Me lo ha ricordato dopo. “Ma non riesco a ricordare la partita in sé”, dice Gustafsson a Fotbollskanalen.

Il Gais ha perso la partita a Malmö 2-0, dopo che Matthias Raniggi e Daniel Larsson hanno segnato per gli Sky Blues. Nella partita successiva le due squadre si affrontarono ancora una volta. Poi a Gamla Ullevi quando la serie cambiò.

MFF vinse anche quella partita. I Jays hanno ripreso il comando, ma gli Scans sono riusciti a recuperare e vincere 3-2.

Tiratore di vittorie? Uno dei giocatori in attività adesso, in entrambe le squadre, che era lì in quel momento.

-Ci devo pensare un po'… Era Anice Ponto oppure no? Deve essere stato così, dice Gustafson.

Il vice allenatore Jay immediatamente. L'attuale capitano del MFF Pontus Jansson ha giocato entrambe le partite nel 2012 – e ha deciso l'ultimo incontro del campionato svedese tra le due squadre.

– Ricordo che era bravo, e la sua carriera artistica in seguito fu molto buona, ma non ricordo altro. Faccio così fatica a ricordare tutte queste vecchie partite. Mi dispiace, dice Gustafsson con un ampio sorriso.

– Ma poi ha deciso? Ecco, vedi. È in sospeso!

Pontus Jansson ricorda la partita.

– Penso di aver segnato e abbiamo vinto 3-2. No, è passato molto tempo e sembra che da allora siano successe alcune cose. I Jays sono sempre stati una squadra di tifosi, per così dire. Forse non il più grande ma hanno una bella folla e una buona atmosfera. Non so quante volte li ho affrontati, ma all'epoca avevano un'ottima squadra, con Wanderson e Alvaro Santos. Axene Come allenatore sono stati incontri interessanti, racconta a Fotbollskanalen.

READ  Werder Brema nella "Rissa nazista" con l'FPÖ

Cosa ricordi del gol che hai segnato?
– La cosa divertente è che l'ho visto di recente. Era un calcio d'angolo, io e Ranji abbiamo passato la palla, ma niente di più. Mi immergo e lo ottengo nel primo post.

Un quarto d'ora prima del gol vittoria di Jansson, sul 2-2, l'altro giocatore ora in campo ha effettuato l'intervento decisivo. Johan Dallin ha poi parato un calcio di rigore di Wanderson do Carmo.

– La tua memoria è debole ora che lo dici. Nient'altro, dice Jansson.

Anche l'attuale direttore sportivo di MFF, Daniel Anderson, ha giocato negli incontri tra le due squadre nel 2012.

Dodici anni dopo, le due squadre si affrontano nuovamente nel campionato svedese. La capolista MFF dà quindi il benvenuto al nuovo arrivato e quarto in classifica Gais in casa all'Elida Stadium. I Jays hanno vinto cinque delle prime otto partite della squadra.

-Onestamente ho visto pochissimo. È sempre divertente con i nuovi arrivati ​​che arrivano e hanno la propria identità e credono nelle loro cose. Ha fatto un buon lavoro e per una ragione ha guadagnato i suoi punti. Ho visto alcune caratteristiche che mi sono piaciute di Holmberg (Friedrich, l'allenatore di Jay) e mi sembra un bel tocco. Si è rivelato un gruppo forte e una squadra forte di giocatori. Non una partita facile, conclude Jansson. La partita inizierà giovedì alle 19.00.