TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il bosco come medicina contro i pensieri fluttuanti

Pubblicato il 2024-07-06 13.25

Molte persone concordano sul fatto che la natura può aiutarci a trovare la pace. Ma c’è differenza tra una normale passeggiata nel bosco e un bagno nel bosco?

Ecco alcuni consigli per chi vuole testare questa tendenza.

L'odore dello spray antizanzare e il rombo della E4 della porta accanto. All’inizio non è del tutto facile “assorbire la foresta con tutti i sensi”, cosa che diventa un compito mentre camminiamo in silenzio.

È la prima parte del bagno nel bosco organizzato venerdì sera da Friluftsfrämjandet. La maggior parte dei partecipanti proviene direttamente dal lavoro e dallo stress quotidiano.

– All'inizio è facile che i pensieri volino via, ma poi aiuta a concentrarsi su ogni dettaglio del bosco, dice la leader Katarina Ahlskog.

Dopo un po’ altri suoni e odori prendono il sopravvento. Il fruscio delle foglie di betulla, l'odore del muschio e il fruscio dei gradini nel gelso di cedro.

“Ho sentito dei passi e non l'ho mai fatto altrimenti”, dice la partecipante Anna Ridderstad Wolberg, quando ci incontriamo di nuovo dopo una passeggiata di dieci minuti.

Un contrappeso allo stress

Il concetto di bagno nella foresta viene dal Giappone ed è stato sviluppato come contrappeso alla crescente pressione nella società. Non si tratta di fare il bagno nel senso comune del termine, ma di “bagnare i sensi”. Concentrandosi su ciò che vediamo, sentiamo, gustiamo e sentiamo, diventa più facile essere presenti e guarire, questa è l'idea.

– Molte persone trovano sollievo stando nella foresta – e il bagno nella foresta è un modo per aiutarci a essere qui e ora, spiega Katarina Ahlskog.

READ  La luce in camera da letto aumenta il rischio di malattie

Il secondo esercizio prevede di restare fermi e allenare una mente alla volta. Successivamente, molti partecipanti ritengono che le impressioni siano più chiare del solito. Come il fruscio delle cime degli alberi o l'odore di una palude vicina.

Non c'è bisogno di foreste

La foresta in cui ci troviamo, a Ronninge a sud di Stoccolma, sembra una foresta incantata e sembra perfetta per il bagno nella foresta. Ma il punto è che il bagno nella foresta può essere fatto quasi ovunque. Non hai nemmeno bisogno di una foresta. Bastano pochi alberi in un parco o in un giardino, ed è bello farlo da soli come in gruppo.

Katarina Ahlskog di solito siede sul retro della sua casa.

-Lo faccio spesso quando mi sento stressato. Per me è meglio che fare una passeggiata, perché poi vado molto veloce.

La domanda è se uscire nella foresta e godersela non è sufficiente – è necessario farlo sotto la voce “bagno nella foresta”? Katarina Ahlskog ritiene che questo faccia la differenza.

-Quando esci nel bosco, è facile portare con te un telefono cellulare. Spesso quando siamo nella foresta, ad esempio camminando o andando in bicicletta, siamo attivi. Ma ci sentiamo bene con la nostra capacità di fermarci ed essere presenti.

Ridurre i livelli di stress

La ricerca sottolinea anche il fatto che il bagno nella foresta può farci sentire meglio. Molti studi mostrano effetti positivi sul benessere, ma ci sono dei limiti come la difficoltà di confrontare gli studi perché il bagno nella foresta può essere fatto in modi diversi.

– Ma le ricerche raccolte mostrano chiaramente che il Forest Bathing può portare a livelli di stress più bassi e a un aumento del benessere. Può anche abbassare la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna nelle persone sane, afferma Jenny Lovbau, professoressa associata di scienze sanitarie presso l'Università Linnaeus di Växjö, che ricerca il bagno nella foresta.

READ  Pochi ricevono sostegno quando un membro della famiglia muore a causa di un arresto cardiaco

Che cosa implica ciò? Jenny Lovbaugh pensa che ciò potrebbe avere in parte a che fare con l'evoluzione, dove abbiamo imparato a riconoscere determinati ambienti forestali e ad associarli alla sicurezza.

Ciò potrebbe essere in parte dovuto al fatto che la foresta attira la nostra cosiddetta “attenzione spontanea”, piuttosto che la nostra “attenzione diretta” che viene stimolata in un ambiente urbano o quando lavoriamo.

– In questo modo, la foresta fornisce un recupero che ci dà l'energia per poter nuovamente rivolgere la nostra attenzione su un compito, ad esempio, dice Jenny Lovbaugh.

“Sensazione termale”

L'ultimo esercizio durante il bagno nella foresta a Ronning è lo “stump sit”. Tuttavia, la maggior parte delle persone sceglie di sedersi sul morbido muschio con la schiena appoggiata a un albero, per godersi l'ambiente circostante per un quarto d'ora.

Il sole della sera dipinge di rosso i pini e il canto degli uccelli riempie l'aria. Tuttavia, stare seduti senza telefoni cellulari o altre distrazioni può essere difficile.

– Dovevo fare uno sforzo per non scappare nei miei pensieri. Era più facile concentrarsi sul qui e ora quando il merlo cantava, racconta in seguito Anna Ridderstad Wolberg.

Ma un bagno nella foresta di un’ora ha contribuito ad alleviare lo stress quotidiano, come ha notato la partecipante Hanna Bjarenstam:

-Ho una “sensazione post-spa” nel mio corpo.