TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli ingegneri Ericsson combattono per il loro lavoro

Gli ingegneri Ericsson combattono per il loro lavoro

Con l’esperienza acquisita dai numerosi compiti a casa per la pandemia, Ericsson sta apportando drastici cambiamenti al modo in cui è organizzato il lavoro, di cui dn ha scritto qualche tempo fa. L’obiettivo è aumentare la flessibilità ma anche aumentare l’efficienza: l’azienda crede che un po’ di creatività si perda quando le persone non sono in grado di incontrarsi davvero.

L’azienda prevede che, in media, metà dei dipendenti, il 50%, lavorerà in remoto in futuro e lavorerà in più fasi per ricostruire 400 uffici in tutto il mondo. Uno dei progetti pilota è in corso a Kista, dove da gennaio partiranno i lavori per il nuovo schema. L’idea di base è quella di ridurre significativamente lo spazio ufficio a favore di sale di collaborazione e aree sociali.

Gli ingegneri di ricerca e sviluppo devono avere posti di lavoro insieme per poter lavorare in modo efficiente e non dipendere dalla prenotazione di un posto in base a un tipo di sistema di lavaggio per poterli soddisfare.

Così afferma Per Norlander, negoziatore del gruppo Ericsson presso Sveriges Ingenjörer di Ericsson. Continua:

– I nostri rappresentanti locali hanno posto la domanda fondamentale sul numero di posti di lavoro permanenti, ma non hanno ricevuto risposta. Vogliamo sapere qual è la base di questo grande cambiamento. Quello che abbiamo visto finora è molto debole. Pertanto, Sveriges Ingenjörer solleva la questione della negoziazione centrale.

In ogni intervista, il CEO di Ericsson Börje Ekholm elogia gli ingegneri dell’azienda, poiché è lo sviluppo di nuove tecnologie che fornisce i profitti dell’azienda. Quindi ora c’è un gruppo pesante che protesta.

READ  I sintomi compaiono in quasi tutte le persone infette

– Tuteliamo l’opportunità di lavorare da remoto, ma il cosiddetto volontariato può essere obbligatorio se non ci sono abbastanza posti di lavoro quando arrivi al lavoro. Per Norlander afferma che questo è un problema non da ultimo per i giovani ingegneri che vivono in mezzo alla folla a Stoccolma e che hanno anche bisogno di imparare dai loro colleghi più esperti.

Ericsson pensa nel suo I progetti di riprogettazione devono imparare da come l’azienda sta sviluppando nuove generazioni di telefoni cellulari: si testa qualcosa su piccola scala, si valutano i risultati e si riprova finché non si ottengono i risultati desiderati.

– Ora ci sarà un grande cambiamento di stile a gennaio. Vogliamo che tutti coloro che vogliono tornare a gennaio abbiano il proprio posto di lavoro come prima, e quindi questi esperimenti vengono eseguiti con scrivanie flessibili per il cinque o il dieci percento del personale.

Peter Loren, “Transformation Year” di Ericsson, che è anche nella direzione dell’azienda, ha detto a DN che il risultato dei lavori di ristrutturazione potrebbe essere un’area totale in contrazione, ma questo non è un obiettivo.

– Sì, lo è, ma appare sempre nella logica, è chiaramente allettante poter risparmiare denaro, commenta Per Norlander.

Erickson commenta per iscritto la prossima udienza centrale:

“Si tratta solo di cambiare l’attività da posti di lavoro personali a posti di lavoro flessibili in Kista. Abbiamo posti di lavoro flessibili nella maggior parte delle operazioni per diversi anni e abbiamo lavorato bene. Le trattative non riguardano la riduzione dello spazio in ufficio o la rimozione di posti di lavoro. Qualcosa è deciso.”

Per saperne di più:

READ  Nuovo rapporto: un sito più luminoso per Hufvudstaden

Gli uffici progettati su misura aumenteranno l’efficienza di Ericsson