TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Clienti arrabbiati con Travellink

Più di 500 denunce contro l’azienda

La luna di miele può essere goduta nell’isola paradisiaca di Bali.

Ma per Melissa Nikosevich, 26 anni, e suo marito, il viaggio da sogno si è trasformato in una relazione da incubo con l’agenzia di viaggi.

– 24000 che è l’intero stipendio mensile che ricevono. Dice che non prenoterò più con Travellink.

Agenzia di viaggi Link di viaggio Con il desiderio di viaggiare, è possibile prenotare voli e hotel economici attraverso il loro sito. Melissa Nikosevich di Tomba, a sud di Stoccolma, voleva andare con il marito nella bellissima isola di Bali per una luna di miele. Hanno prenotato un viaggio esclusivo tramite il sito Travellink.

– Volevamo andare lì per renderlo calmo e piacevole, in modo da poterci rilassare. Abbiamo prenotato un hotel a cinque stelle proprio accanto a una montagna e abbiamo prenotato molte esperienze nella natura, dice Melissa Nikosevich.

Il costo del viaggio per i due è di 24.000 SEK. I voli con Emirates Airlines hanno previsto scali a Istanbul e Dubai prima di raggiungere l’isola indonesiana.

Melissa Nikosevich.

Ma per la coppia, non è stato un viaggio rilassante a Bali per celebrare l’amore. La compagnia aerea ha cancellato il volo, previsto per la fine di settembre di quest’anno. Melissa ha chiamato Travellink per riavere i suoi soldi per il viaggio. Oppure hai provato a contattare Travellink, o meglio.

– È assolutamente impossibile! Ho chiamato tutti i numeri che hanno a disposizione, ma o non c’è risposta o segreteria telefonica oppure il numero non è più attivo. Una volta che vieni invece in un ristorante.

Oltre a provare a mettersi in contatto, Melissa ha inviato un’e-mail e parlato con i bot di Travellink, scrivendo su Facebook e Instagram. Ma senza successo.

– È un sistema robotico. Non comunichi mai con un essere umano.

La coppia non ha ancora visto il fumo dei soldi. E che la compagnia è irraggiungibile, Melissa pensa di ricevere tutte le critiche.

– Sono arrabbiato e non prenoterò più tramite loro. È la compagnia peggiore che abbia mai prenotato. 24.000 sono tanti da spendere, un mese intero di stipendio, dice.

Mano fredda nonostante i problemi cardiaci

Melissa e suo marito non sono i soli ad avere un’esperienza negativa con Travellink. La società ha segnalato più di 500 volte al Public Complaints Board e all’Agenzia svedese per i consumatori dall’inizio della pandemia di coronavirus.

Sulla pagina Facebook dell’azienda, i campi dei commenti sono pieni di clienti arrabbiati che hanno riscontrato problemi di viaggio e rimborsi.

Uno di loro è Johan Essen, 83 anni, residente a Karlskoga, che ha voluto sorprendere sua moglie con un viaggio a Roma all’inizio di novembre. Prenotato tramite Travellink, ma dopo che la moglie ha avuto problemi cardiaci ed è dovuta andare più volte al pronto soccorso, non è stato possibile partire. Johan ha chiamato Travellink e ha detto che voleva cancellare il viaggio. Ha ricevuto conferma dall’agenzia di viaggi che avevano ricevuto la sua richiesta.

– Anche se non siamo stati cancellati quando l’aereo è decollato, ma abbiamo ricevuto un messaggio da SAS che era ora di fare il check-in, dice Johann Essen.

“Si sente un criminale”

Ha inviato un’e-mail a Travellink e si è offerto di inviare un certificato medico per i problemi cardiaci di sua moglie, senza risposta.

Non sembra davvero un’azienda amica del cliente. È un sentimento criminale.

Johan Essen ha pagato circa 22.000 corone svedesi per il viaggio a Roma. Non ha ancora assicurato i soldi.

– Ho sicuramente recuperato 80kr e 76kr perché la registrazione automatica ad Arlanda non funzionava, quando ho lasciato il volo abbiamo cancellato.

Johann ha dovuto annullare il viaggio a Roma a causa di problemi cardiaci della moglie.

“operazioni automatizzate”

Travellink si rammarica che i clienti abbiano dovuto aspettare i loro soldi dopo le cancellazioni e i voli cancellati, ma afferma che sono le compagnie aeree, in questo caso Emirates e SAS, a decidere quali regole applicare e chi dovrebbe rimborsare.

Travellink è solo un broker, afferma la società.

In alcuni casi, stiamo ancora aspettando che le compagnie aeree autorizzino i rimborsi richiesti a marzo 2020, afferma Bettina Lemiser, addetto stampa di Travellink per la regione nordica.

Il ritardo è dovuto alla pandemia di coronavirus e capisce che i viaggiatori sono frustrati dalla situazione.

– Ma siamo costantemente in contatto con le compagnie aeree per restituire i soldi ai nostri clienti. I nostri processi automatizzati ci consentono di effettuare migliaia di rimborsi in poche ore.

SAS, a sua volta, fa riferimento a partner esterni, nei casi in cui il viaggio sia stato prenotato in questo modo.

– Ma in generale, puoi dire che il cliente ha diritto a un rimborso o a una nuova prenotazione se noi, come compagnia aerea, apportiamo modifiche. Se vuoi apportare modifiche tu stesso, dovresti guardare le regole del biglietto per ogni tipo di biglietto. È importante che tu riveda le tue esigenze e quale sia il prossimo biglietto adatto a te. Ma ora durante la pandemia, tutti i clienti possono riprenotare i loro voli all’estero fino a 72 ore prima della partenza, afferma Freja Annamatz, direttore stampa di SAS Svezia.

Aftonbladet ha fatto domanda per Emirates Airlines.


Eric Mellen
Inserito: