TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bianca Salming sui problemi di peso nell’atletica

C’è un crescente dibattito sulla salute degli atleti d’élite in relazione al peso e alla dieta.

Alla fine di ottobre, SportExpressen ha parlato con il fondista svedese Jens Burman delle difficoltà nel trovare la giusta percentuale di grasso e l’ottimizzazione del peso.

– Diventerà una specie di malattia nei giochi di fitness per molti, finisce e pensi che dovresti sempre andare giù, ha detto Burman.

Da allora, il norvegese Dogflat ha pubblicato una serie di articoli inquietanti che espongono il problema dei disturbi alimentari nello sci di fondo. Più di un terzo degli ex attivisti che hanno parlato con Dagbladet afferma di aver lottato con i disturbi alimentari ad un certo punto durante la loro carriera.

Ma lo sci di fondo non è l’unico sport che lotta con questi problemi. Nell’atletica, il saltatore in alto Linus Thornblatt ha detto che il bodybuilding l’ha spinta al sovrallenamento e alla depressione, e che la runner estiva Sarah Wetland ha lottato con la fame per molto tempo.

Bianca Salming: “Un ottovolante”

Bianca Samling, ora una combattente, dice di aver avuto difficoltà a bilanciare come regolare il suo peso per funzionare nel miglior modo possibile.

– È stata una grande montagna russa per me, dice il 22enne Mi alleno.

Lei continua:

– Insegnano una cosa, mangia questo. Ma allo stesso tempo, tutti cercano di essere leggeri e pensano a cosa dovrebbe fare un atleta. direi che fa molto caldo. Corri nudo, perché non sembro così?

Prima del JEM 2017 a Crosseto, in Italia, Salming ha affermato di aver perso peso durante il campionato.

– Ho preso molto peso. Un anno sono sceso molto velocemente e molto velocemente. Non lavoravo come volevo, ero in JEM, non lavoravo come volevo.

READ  Può il capitalismo imparare qualcosa dall'estrema destra?

“Sei così danneggiato dal cervello”

Dopo la delusione di Crossetto, Salming ha cambiato atteggiamento nei nostri confronti.

– Sono tornato a casa, ho lasciato tutto e mi sono riposato. Pesavo forse tre chili e quattro settimane dopo sono saltato a un’altezza molto più alta di quanto avessi mai fatto prima.

Salming, che ha registrato 6101 punti durante il campionato svedese quest’estate ed è diventato il terzo miglior combattente svedese di tutti i tempi, spera di concentrarsi maggiormente sul miglioramento del peso nell’atletica.

– Sei così danneggiato nel cervello che pensi che il peso abbia molto a che fare con questo. Ovviamente questo è importante, ma non è affatto importante. Questo è l’errore più grande che tutti pensano. Per me, la cosa migliore che posso fare è smettere di pesarmi completamente, ascoltare il mio corpo e sentire come ci si sente. Quando mi sono alzato sulla bilancia e non l’ho detto bene, anche se mi sentivo bene, non mi sono comportato meglio.

La star dell’atletica ha invitato gli atleti d’élite ad affrontare problemi simili.

– Se vuoi essere il migliore, tutto è importante, ma non dovresti farti prendere dagli stereotipi. Ascolta il tuo corpo e senti te stesso. Smettila di pesarti, è importante per me e il mio cervello. Invece di cercare di capire cosa farne, inizia a pensare a ciò di cui ho bisogno.

Kajsa Bergqvist: “Forti per risolvere il problema”

Kajsa Bergqvist ha appena assunto il ruolo di nuovo capitano della nazionale di atletica leggera. L’ex stella del salto in alto ha elogiato Salming per aver condiviso le sue esperienze personali.

READ  Aggiornamento 1 - Fidesz dice che il Primo Ministro ungherese parla con i partiti italiano e polacco sulla nuova delegazione del Parlamento europeo

– Penso che Bianca sia molto brava a dire francamente che è un modello per molte persone. Quando ha superato il limite, i risultati sono diminuiti, per poi salire di nuovo quando si è sentita meglio e ha ripreso peso. Quindi sollevare il problema e parlare è molto potente.

Bergwist sente che il problema sta diventando sempre più dibattuto e dibattuto apertamente – pensa che sia positivo.

– Nell’atletica leggera, se ci sono segnali di pericolo che qualcuno è nella zona di pericolo, c’è un programma che si attiva in modo che la persona possa ricevere aiuto rapidamente. È molto buono, tuttavia non è impermeabile in alcun modo. Gli atleti e tutti quelli intorno dovrebbero stare molto attenti a questo in modo che la persona possa ricevere aiuto.

Ecco una lunga intervista con Gaza Bergvist sull’argomento.

Vedi anche: Clip con Sloton visto da milioni