TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una battuta d’arresto per Trump nelle indagini sui documenti

Una corte d’appello ha bloccato una revisione indipendente dei documenti sequestrati in un’irruzione nella residenza di Mar-a-Lago dell’ex presidente Donald Trump. Per Trump, significa una grave battuta d’arresto nel groviglio che circonda i documenti a casa sua.

La decisione consente al Dipartimento di Giustizia di continuare le sue indagini sulla gestione da parte di Trump di migliaia di documenti – molti dei quali classificati – che hanno lasciato il Gabinetto, riferisce la CNN.

Trump in precedenza era riuscito a impedire temporaneamente agli investigatori di esaminare i documenti, indicando che un investigatore indipendente li avrebbe esaminati per primi. Trump ha sostenuto che alcuni dei documenti appartenevano a lui e dovrebbero essere rimossi dalle indagini.

JavaScript deve essere abilitato per riprodurre il video

USA: “Voglio essere di nuovo presidente”

Non c’è un trattamento speciale

La Corte d’appello non era d’accordo.

“La legge è chiara. Non possiamo creare una regola che consenta a ogni singolo soggetto di ricerca di impedire un’indagine governativa dopo che la ricerca è stata completata. Non possiamo creare una regola che consenta solo agli ex presidenti di farlo”.

E grazie a Eileen Cannon, un giudice distrettuale pro-Trump, Trump è stato in grado di approvare l’ordine per una revisione indipendente. Ma secondo la Corte d’Appello, Cannon non avrebbe dovuto essere affatto coinvolto.

Non è ancora chiaro se gli avvocati di Trump appelleranno la decisione alla Corte Suprema.

33 scatole di documenti

Nel raid di agosto a Mar-a-Lago, in Florida, che fungeva anche da club dei membri, l’FBI ha preso 33 scatole di materiali. Conteneva più di 100 documenti classificati, compresi quelli relativi alle armi nucleari.

READ  Dieci milioni di persone potrebbero essere colpite dalle inondazioni negli Stati Uniti

L’indagine del Dipartimento di Giustizia riguardava il sospetto trattamento illegale di documenti governativi e violazioni della legge sullo spionaggio.

JavaScript deve essere abilitato per riprodurre il video

Chi è Donald Trump? immagine: TT/Marti Lederhandler