TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Russia: gruppo ransomware Revil Gripen – DN.SE

Secondo il Federal Security Service (FSB), lo sciopero è stato effettuato su richiesta degli Stati Uniti, ha riferito Reuters, citando l’agenzia di stampa Interfax. Il rapporto affermava che le operazioni di Revell erano state completamente interrotte.

Revil è collegato ad alcuni dei più grandi attacchi che utilizzano virus di estorsione, chiamati anche ransomware. Gli hacker prendono il controllo dei sistemi IT, crittografano i file in modo che diventino illeggibili e chiedono un riscatto per aprirli. Tali attacchi sono aumentati notevolmente negli ultimi anni.

Uno degli attacchi Stava prendendo di mira la società IT Kaseya con sede a Miami e circa 1.500 dei suoi clienti. Tra le più colpite c’era Coop in Svezia, che Ho dovuto tenere chiusi centinaia di negozi per diversi giorni.

Già lo scorso autunno un uomo ucraino di 22 anni è stato arrestato al confine con la Polonia, su richiesta degli Stati Uniti. Secondo le autorità americane, è direttamente correlato all’attacco a Cassis, ma si ritiene che fosse ai margini dell’organizzazione Revell. Pertanto, gli arresti ora denunciati potrebbero infliggere un colpo molto più forte al gruppo criminale.

Gli Stati Uniti hanno da tempo chiesto alla Russia di agire contro le bande di estorsioni che si ritiene eseguano i loro attacchi dalla Russia. Poco dopo l’attacco di Kayat la scorsa estate, il presidente Joe Biden ha sollevato la questione in una conversazione telefonica con Vladimir Putin.

Ha poi detto: “Gli ho chiarito che gli Stati Uniti si aspettano che quando un attacco di virus di ricatto arriverà dal suo paese – anche se non ha il sostegno statale – ci aspettiamo che agisca”. Secondo la CNN.

READ  Erdogan non si rende conto della minaccia di espellere gli ambasciatori - Nyheter (Ekot)