TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Mike e Alva hanno case televisive

Alva e David Thornel Orrenwade sono sempre in competizione l’uno contro l’altro, le mostra Wem Bohr in TV. Ora Alva doveva valutare gli altri partecipanti. “È così divertente, mi piace guardarlo”, dice dello spettacolo.

Foto: Emma Björnell

Una casa padronale con arredi d’epoca, una sala da pranzo con un lungo tavolo e diverse stufe in maiolica, e stanze per dettagli stravaganti, decorazioni dipinte a mano e una villa con cento mappamondi. Nello show televisivo Vem bor här, gli spettatori hanno un’idea di com’è Hjohemmen.

Ora nell’ottava stagione di “Vem bor här?” mostrato, dove i cinque partecipanti visitano per la prima volta le case degli altri senza rivelare chi vive dove. I partecipanti quindi indovinano dove sono gli altri partecipanti e quelli che hanno ragione si portano a casa il premio. Quando l’episodio della stagione è andato in onda, le uniche persone che apparivano sulla scatola erano i residenti locali. Due di loro sono Hjoborna Alva Thornel Orrenvedt e Michael Lövqvist.

Christine Carrick e Mick Lovquist si godono la loro casa. “C’è un calore speciale in casa”, dice Mick

Foto: Emma Björnell

“Nessuna domanda al riguardo”

Micke Lövqvist e Christine Carrick vivono in una villa a Hjo. Dopo dodici anni in casa, hanno creato una casa calda con decorazioni artistiche. Nella hall, gli ospiti vengono accolti da un albero, una stanza con un centinaio di mappamondi e dipinti alle pareti, pavimenti e soffitti. Mike e Christine Wem avevano fatto domanda prima della guerra, ma non erano stati selezionati. Quando hanno detto che la produzione sarebbe arrivata qui, hanno fatto domanda di nuovo.

– Quindi non è stato detto nulla sulla questione. Questa volta ci siamo subito connessi, spiega Christine.

Micke Lövqvist e Christine Carrick Un albero accoglie i visitatori nella hall.

Foto: Emma Björnell

Christine ha decorato una delle stanze con mappamondi di diverse dimensioni. “Penso vicino a un centinaio”, dice.

Foto: Emma Björnell

“Molte case uniche”

Anche Hamram Manor fuori Gorsberga è stato interrogato Chi vive qui? Risposta: Alva e David Thornel Orrenwate. Tramite amici, hanno scoperto che il cast stava cercando una casa a Scarborough, ma dubitavano che potessero venire con loro.

– Ci sono molte case uniche e molte stanno facendo domanda per il progetto, dice Alva.

Tuttavia, la loro casa è stata scelta.

– Per me è un’esperienza incredibile di cui fai parte solo una volta nella vita, dice Alva.

In Hamram Garden, lo stile interno del grande edificio del XIX secolo è tipico.

Foto: Emma Björnell

Non esporti accidentalmente

Nella villa di Hjo, Mike è stato bendato e a Christine non è stato permesso di essere in casa durante la registrazione. In bagno c’era un posto sul televisore Alva. Sebbene sia Mickey che Alva fossero già apparsi in televisione, l’esperienza è stata grandiosa.

– È complicato. Mi incuriosiscono le altre persone ed è facile dire qualcosa su di te, ammette Micke Lövqvist.

Alva Thornell Orrenvade testimonia lo stesso.

– Gli Skaraborg sono facili. Ci siamo divertiti molto come squadra, pensa Alva.

Sottolinea che anche lo stile dell’abbigliamento non è autorizzato a distinguere le persone.

– Prima della registrazione, ho inviato una foto di tre vestiti a SVT, ma hanno riso, Alva dice che se ne indosso uno, tutti sapranno immediatamente dove vivo.

Molta preparazione

La fattoria dove vivono Alva e David risale al 17° secolo e la casa è stata costruita nel 19° secolo. Nel 2019, la madre di Alva ha acquistato la casa e David la descrive come oggetto di una seria ristrutturazione.

– Dice che l’impianto di riscaldamento, i tubi e il tetto dovrebbero essere sostituiti immediatamente.

Alva e David Thornell Orrenvedt hanno completamente ristrutturato l’intera casa, arredandola con, tra l’altro, un tavolo da biliardo.

Foto: Emma Björnell

Alva e David si sono stabiliti nell’aprile 2020. Vem bor här è stato girato nel settembre 2021, con cinque partecipanti e un team di produzione di dodici persone presenti. In cinque case le registrazioni sono durate più di tre giorni.

– Prima c’era molta preparazione. Alva dice che se l’intero equipaggio è incluso nella casa, tutto andrà meglio.

Dopo la registrazione dell’anno scorso, le cose hanno continuato a succedere nel condominio.

– Tra le altre cose, abbiamo tappezzato il soffitto di una stanza, osserva David.

Crea una sensazione solida

I soffitti decorati sono un denominatore comune tra il maniero e la casa di Mick e Christine. In una delle loro stanze, il soffitto è completamente ricoperto di dipinti. Allo stesso modo, i reperti del mercato delle pulci e gli oggetti all’asta ricorrono in entrambe le case.

– Sembra solido e si adattano alla casa, dice Mick dei dettagli interni riutilizzati.

Il soffitto di Hjovillon è decorato con dipinti in cornici dorate.

Foto: Emma Björnell

… e il soffitto del cortile è decorato con carta da parati fotografica.

Foto: Emma Björnell

Abbastanza intelligente da indovinare

Alva Thornel Orrenvade ha detto che le visite ad altre case sono state stimolanti, ma allo stesso tempo il programma ha avuto il suo vantaggio competitivo.

– Non mi lascerò coinvolgere in niente da perdere, ride.

Mike accetta lo stesso.

– All’inizio era difficile da indovinare, ma poi è andato ancora a posto, pensa.

Adoro i loro alloggi

Micke Lövqvist e Christine Carrick e David e Alva Thornell Orrenvade si stanno chiaramente godendo le loro case.

– Non appena siamo arrivati ​​qui per la prima volta, abbiamo sentito il calore. Abbiamo costruito la nostra casa insieme, fatto brainstorming insieme, niente stress, Christine e Mike in poche parole.

– Ogni casa ha la sua anima. David e Alva dicono che possono rimanere bloccati qui per un anno senza perdersi nulla, ma aggiungono che la loro casa è in vendita.

– Vogliamo andare nella vita, in Costa Azzurra o in Costa Azzurra, concludono.

“Non c’è nessun posto in Svezia in cui preferiremmo vivere. Ma siamo molto felici in Riviera, quindi vogliamo andare avanti nella vita”, dicono Alva e David Thornell Orrenvedt.

Foto: Emma Björnell

Ecco come lavora Hjo Tidning nel giornalismo: le informazioni pubblicate devono essere fattuali e pertinenti. Ci impegniamo per ottenere prove di prima mano, per essere dove accade. Credibilità e imparzialità sono valori fondamentali del nostro giornalismo giornalistico.

READ  "Gli svedesi capiscono davvero che possiamo fare vino in Svezia"