TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia vuole fare dell’opera un Patrimonio dell’Umanità

ONU per fare dell’opera italiana un Patrimonio dell’Umanità L’Italia si è candidata all’UNESCO. È una Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’UNESCO. Il paese ha precedentemente presentato domanda per nominare sia l’arte dell’opera che il caffè espresso per continuare il processo di candidatura. Secondo The Guardian, la motivazione era che l’espresso era “un vero rituale e un’espressione sociale che ci distingue dal resto del mondo”.

Ora il comitato italiano dell’UNESCO ha deciso di procedere con l’applicazione dell’opera.

L’Opera come la conosciamo oggi si sviluppò a Firenze intorno al 1600 per poi diffondersi ulteriormente nella penisola e all’estero. Verdi, Puccini e Rossini sono alcuni famosi compositori italiani.

“Un grande sforzo”

Al Teatro di San Carlo di Napoli, uno dei teatri d’opera più antichi del mondo, la gente ha applaudito la notizia.

– L’opera è nata in Italia. Ad esempio, se si guarda al ruolo svolto da Monteverdi e Venezia, non si può negarlo. L’italiano è senza dubbio l’inizio dell’opera, afferma Stephen Lissner, capo dell’Opera House, AFP.

Positivo anche Alberto Schillaci, visitatore dell’opera.

– Penso che questa sia una grande iniziativa e spero che renda l’arte dell’opera più accessibile a un pubblico più ampio, comprese le giovani generazioni, dice.

Il prodotto della pizza napoletana è entrato a far parte della Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO nel 2017.

READ  Capo Volkswagen arrabbiato per Ionity: "situazione tragica"