TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’industria dello sci, ciao dal 2022! Consegna gratuita

22-11-2022 14:38

Perché l’industria dello sci è ancora bloccata in un’epoca passata? È stato tanto tempo fa che i ragazzi indossavano il blu e le ragazze il rosa. Ci stiamo avvicinando alla fine del 2022 e l’industria dello skateboard non riesce ancora a fornire pari opportunità a uomini e donne.

<< هذا النص هو مقال نقاش. الآراء الواردة هي آراء الكاتب >>

“Come non siamo andati oltre?” Penso di navigare totalmente in Internet alla ricerca di un nuovo zaino da snowboard progettato per schiene più corte (leggi donne) ma che offra anche volume per lunghe gite di un giorno. Con mia grande sorpresa, sono poche le aziende che producono zaini a tracolla oltre i 30 litri per zaini più corti, e tra quelle che lo fanno c’è ancora una disparità di gamma. Un momento di speranza emerge quando Mammut si scopre avere uno zaino da donna con una capacità di 35 litri, “perfetto” penso e cerco di più Pronto La copia che ho trovato nella mia frenetica ricerca era sulla pagina degli uomini. Mammut Rfacile Le borse sono zaini del tutto normali che sono compatibili con l’intelligente RAS (Removable Air Bag System) e quindi diventano un enorme risparmio per il portafoglio di uno studente come il mio dato che ho già una borsa più piccola con RAS di Mammut.

Molte rughe sulla fronte Successivamente e seguendo la guida di Mammuts Servizio clienti in negozio così come online Accetto il fatto di questo Pronto 35 litri è disponibile solo per schienali lunghi (leggi uomini). Ho invertito le ingiustizie del periodo e, anche se l’idea era di andare avanti nella vita, non posso sopprimere il fatto che in realtà significhi meno sicurezza per le donne e le persone che diventano più basse. Questo ci lascia la possibilità di ridurre le dimensioni dello zaino e quindi rischiare di non essere in grado di portare attrezzature sufficienti o saltare del tutto l’airbag, il che riduce anche la sicurezza. Una terza opzione potrebbe ovviamente essere quella di acquistare uno zaino da uomo, ma dopo aver sperimentato in precedenza zaini da uomo espansivi e lo sgradito e inevitabile mal di schiena che ne derivano, sono un po’ sgomento alla conclusione che il raggio di sicurezza non è lo stesso per donne e uomini.

READ  Guarda l'eccezionale gameplay di Warhammer Age of Sigmar: Storm Ground

Allo stesso tempo spero Che questo sia il primo e unico ostacolo che ho incontrato nel mondo dello sci, la disuguaglianza sembra permeare la maggior parte delle cose in termini di attrezzatura. Lo scorso inverno ho comprato scarpe nuove dopo che una scansione ad alta tecnologia dei miei piedi mi ha lasciato in soggezione per la tecnologia appositamente costruita per la calzata. Immerso nei miei pensieri di mirabile novità, fui improvvisamente destato da un calzolaio a spiegarmi che né la bottega né il mercato producevano scarpe della mia misura per lo scopo che cercavo, cioè una buona salita, e una buona discesa. Appena risvegliato dai miei pensieri passati per il futuro, l’ho guardato attentamente perché i miei piedi non erano anormalmente piccoli, e ha inoltre spiegato che avrei potuto trovare la taglia giusta in una scarpa da slopestyle o da touring ma la collezione non era in la mia taglia ancora o in altre parole per le donne. Ancora una volta, ho dovuto scegliere tra troppo grande, scarsa maneggevolezza o un giro inesistente, cosa che ha inevitabilmente influito sia sul comfort che sulle prestazioni. Certo, ci sono poche o forse nessuna scarpa che si adatterà perfettamente a qualcuno, le grandi scarpe di plastica inevitabilmente arrivano con il compromesso che si sentono sempre pizzicate da qualche parte e siamo tutti pronti a prenderlo. Da un lato, sembra (a dir poco) triste che la tecnologia sia così chiaramente presente ma finora sia stata così attivamente prioritaria. Per avere un’idea di come sarebbe stata la taglia giusta, ho dovuto provare una scarpa senza accessori tecnici. Non ho potuto fare a meno di sorridere quando il montatore è uscito con un paio di stivali viola e rosa con dettagli glitterati e una fodera morbida come il velluto.

READ  Test: Irix 21mm f/1.4 Dragonfly - un obiettivo grandangolare dalle buone prestazioni

Perché non solo La sicurezza o le prestazioni sono influenzate dalle disuguaglianze nel mondo del pattinaggio, la cosa più importante ovviamente è lo stile. A chi ci rivolgiamo per spiegare che non vogliamo pattini luccicanti, a fiori o outfit da skate color pastello? (D’altra parte, accetto felicemente la fodera morbida nei caschi Smith da donna, che è l’unica cosa che separa gli uomini dai modelli da donna.) Le ragazze vestite di rosa e i ragazzi vestiti di blu sembrano così stereotipati e antiquati che l’intera faccenda diventa farsesca. Sembra che ogni altro marchio sia indietro di almeno 15 anni, completamente intatto e intoccato entro il 2022. Anche tra l’abbigliamento, ci sono prodotti realizzati solo per uomo e mancanti per le donne. La giacca più costosa di Flylow è descritta dagli stessi “The Lab Coat” come “The King of Jackets” per un esempio impareggiabile dal lato femminile, e invece viene offerta una giacca imbottita che non ha un bell’aspetto come “The Queen of Jackets” .

Non dimenticare Tutti i pattini con il più corto sono circa 180 cm. Quelli di noi che sono diversi decimetri più bassi di così devono semplicemente continuare a sognare sci che non potrebbero mai essere nostri. È tempo che l’industria dello sci abbandoni le secolari norme di genere e offra pari opportunità a tutti in montagna. Non dovremmo dare la priorità alla peste o al colera o trovarci di fronte al limitato soffitto di vetro dell’industria dello sci. Soprattutto, non vogliamo minori opportunità di sicurezza, quindi per favore l’industria del pattinaggio e lascia che la libertà del pattinaggio freestyle sia ugualmente gratuita per tutti.

READ  George R.R. Martin evidenzia Elden Ring come un "enorme successo"

testo: Sofia Polstone