TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’hockey svedese e la NHL hanno reso omaggio a Borge Salming

Börje Salming ha posseduto completamente l’Avicii Arena di Stoccolma mentre la Swedish Ice Hockey Association ha celebrato il suo 100° anniversario con una grande fanfara giovedì sera.

L’icona di 71 anni, che soffre della grave malattia neurologica SLA (sclerosi laterale amiotrofica), è stata celebrata dalla Swedish Hockey Association, ospiti invitati, milioni di telespettatori e 5.000 appassionati di hockey. Globen, ora Avicii Arena di Stoccolma.

Dopo essere stati ampiamente celebrati al weekend dell’Hockey Hall of Fame a Toronto qualche giorno fa e a Stoccolma giovedì sera, Borge Salming e la sua famiglia si stanno ora allontanando dai riflettori:

– Ora stiamo chiudendo, non ci renderemo più pubblici; La famiglia è l’unica cosa che conta ora, ha detto Pia, la moglie di Porje Salming. Börje è molto stanco; Questa è l’ultima cosa che facciamo. Borge voleva farne parte ed era importante che ricambiasse. Lui è così.

Un omaggio ai 100 anni di successi dell’hockey su ghiaccio svedese è stato un grande tributo a Borge Salming: ha dominato sia la serata che la cerimonia di premiazione all’Avicii Arena.

• Più di 130.000 svedesi hanno votato la loro opinione sul portiere di tutti i tempi e tra i primi cinque dell’hockey svedese: Henrik Lundqvist in porta, i difensori Borge Salming e Niklas Lidstrom, gli attaccanti Peter Forsberg, Mats Sundin e Hakan Lup.

Anche in un sondaggio per il più grande singolo momento nella storia dell’hockey svedese, Borge Salming è il migliore:

Il pubblico regala a Borge Chalming una standing ovation di cinque minuti prima della partita tra Trey Croner e gli Stati Uniti alla Canada Cup ai Maple Leaf Gardens di Toronto il 3 settembre 1976. Guarda caso, Tre Kronor ha vinto 5-2 dopo un gol e un assist di Salming.

READ  Secondo Maria Joe le trattative sono in corso: potrebbero chiudersi

Guarda: video su YouTube

Il grande momento di Borge Salming ai Maple Leaf Gardens è stato contestato nella votazione, tra gli altri, dal rigore di Peter Forsberg e dal rigore parato per la vittoria dell’oro di Tommy Salo nella finale olimpica del 1994 contro il Canada a Lillehammer, dove Niklas Lidstrom ha vinto l’oro con un oro olimpico obiettivo. Forsberg e Sundin nella finale olimpica del 2006 contro la Finlandia a Torino, Italia e con il classico “The Glider in Goal” contro il Canada nel 1962 WC a Colorado Springs.

• Una pioggia di premi per Börje Salming si è conclusa con la menzione d’onore della NHL.
Il momento più emozionante nell’arena è stato quando il vice commissario della NHL Bill Daley ha spiegato perché “PJ” è così amato in campionato.

– A nome della National Hockey League, sono molto onorato di essere qui con voi stasera in mezzo a un gruppo molto speciale di giocatori di hockey. Nei 105 anni di storia della NHL, abbiamo visto solo circa 8.000 giocatori abbastanza talentuosi da indossare una maglia NHL e giocare almeno una partita nella nostra lega. Da questo elenco già esclusivo c’è un piccolo gruppo di giocatori che, a modo loro, hanno dato un contributo reale e hanno cambiato il gioco dell’hockey: stasera rendiamo onore a quei giocatori, ha detto Bill Daley.

Cinque anni fa, quando la NHL, per il suo 100° anniversario, ha selezionato i 100 migliori giocatori nella storia del campionato, Börje Salming è stato naturalmente incluso:

– Ha aperto la strada al campionato, non solo ai giocatori svedesi, ma anche ai giocatori europei in generale e ai giocatori che hanno avuto grandi carriere nella NHL. La sua combinazione unica di stile, abilità e tenacia lo ha reso caro sia ai compagni di squadra che agli avversari. Stasera festeggiamo i 100 anni di grande hockey svedese, così come il suo lavoro pionieristico nell’hockey NHL: Bill Daly ha dichiarato: “Sono molto lieto di presentare a Börje Salming il premio onorario della NHL”.

READ  Hyundai Ioniq 5 - "Perfetta armonia con il tempo"

[Läs också: Fans och lagkamrater i känslosam hyllning till Salming]

Molti nell’arena hanno pianto apertamente mentre Salming l’ha aiutata sul palco. Börje sul palco con famiglia e figli, tra cui Pia e la figlia Bianca, eptatleta di livello mondiale. Ha fatto un cuore con le dita e ha salutato il pubblico e i fan.

– Noi, l’intera famiglia Borge, vorremmo ringraziare l’intero popolo svedese e il popolo del Canada per tutto il calore e l’amore che ci hanno dato in questo momento difficile. Borge dice che vi ama tutti, disse Pia Salming.

Una delle persone in lutto era Kent Nilsson, “The Magic Man” che vinse la Stanley Cup con gli Edmonton Oilers nel 1987 insieme a Wayne Gretzky e Mark Messier.

– Penso spesso a Börje ogni giorno. “È una persona straordinaria in tanti modi”, ha detto Kenta Nilsson a NHL.com/sv.