TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il virus può peggiorare – dopo l’omicron

Omicron potrebbe essere la variante più mite che fa entrare il covid-19 in una nuova fase quando l’onda gigante passa.

Ma gli esperti mettono in guardia dal pensare che il virus stia diventando più gentile.

Non è quello che vediamo, dice Robbie Bhattacharya della Harvard Medical School.

È tra i ricercatori e gli esperti interessati alle speranze che in alcuni casi si avvicinino all’essere convinti che gli omicron significhino la fine dell’epidemia.

Bhattacharyya ha visto la teoria secondo cui il coronavirus stava gradualmente diventando più mite e che era diventato uno di tutti i virus stagionali con cui conviviamo costantemente senza causare gravi drammi.

“Queste storie vengono raccontate che avremo varianti che saranno meno impegnative e meno impegnative”, ha affermato Ruby Bhattacharya, specialista in malattie infettive presso il Massachusetts General Hospital e la Harvard Medical School. Negli USA: National Public Radio (NPR).

È bello pensare che SARS-CoV-2 sembra evolversi in una forma più lieve. Ma questo non è ciò che vediamo.

Ecco come appare l’aura, che diffonde paura nel mondo. Immagine prodotta dall’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive.

L’infezione aumenta direttamente

Bhattacharya crede che se il virus va in una qualsiasi direzione, è piuttosto contrario al fatto che peggiori e più pericoloso. Si ritiene inoltre che l’aspetto dell’omikron, che non si è sviluppato dalla variante delta, non consenta a nessuno di trarre conclusioni sul futuro.

Allo stesso tempo, il mondo intero sta aspettando la buona notizia e il punto di svolta per porre fine a tutta la miseria. E lì, Omicron è diventato un pipistrello.

La diffusione dell’infezione in Svezia si sta diffondendo direttamente in una curva simile a un muro che non sembra rallentare.

Nonostante abbiamo quasi quotidianamente nuovi record nel numero di casi, la situazione sanitaria finora non può essere paragonata a quella del bilancio dello scorso inverno.

Omikron, che ora domina completamente la diffusione dell’infezione, ora aggira più facilmente la protezione dai precedenti vaccini e infezioni. Ma molti meno pazienti sono stati ricoverati in ospedale con malattie gravi rispetto ai precedenti periodi di picco durante la pandemia.

READ  Resident Evil Village riceverà una visuale in terza persona e contenuti scaricabili per l'azione

Ciò è in linea con gli studi che affermano che Omicron provoca una malattia più lieve rispetto alla variante delta precedentemente dominante.

Anna Zikli, microbiologa ambientale presso l’Università svedese di scienze agrarie di Uppsala, è alla ricerca di un’infezione nelle acque reflue. Le analisi delle acque reflue degli impianti di trattamento in tutto il paese sono state uno strumento importante per mappare la diffusione del coronavirus durante la pandemia.

Preoccupato per la reazione

Secondo i dati del servizio sanitario in Sud Africae Regno Unito e Stati Uniti d’America è il rischio di ricovero con un omicron dimezzato rispetto a quello della variante delta.

Coloro che sono ricoverati in ospedale con Omicron hanno un rischio inferiore del 75% di dover essere assistiti con un ventilatore.

Inoltre, test di laboratorio hanno dimostrato che gli omicron si moltiplicano 10 volte più lentamente nelle cellule polmonari.

-La crescita di Omicron è stata gravemente inibita nelle cellule con infezione delta gravemente colpite. È stato un vero shock considerando che stiamo vedendo come l’omicron si stia diffondendo così rapidamente in tutto il mondo, ma la sua capacità di replicarsi in un tipo specifico di cellula è ancora molto debole, afferma Ravi Gupta, ricercatore di malattie infettive presso l’Università di Cambridge, a NPR.

Lui stesso si è davvero preoccupato quando sono stati pubblicati i risultati del suo gruppo di ricerca e presto l’informazione è stata presa come reddito perché poteva significare la fine dell’epidemia.

L’Omicron rimane una malattia molto grave, afferma Ravi Gupta.

Crede che una variante come l’omicron non significhi che il virus in generale diventi più mite con una capacità più debole di entrare e infettare i polmoni.

– È importante sottolineare che la prossima variante, e sicuramente ce ne sarà una, potrebbe non evolvere da un omicron e non dovrebbe avere le stesse proprietà.

READ  6 consigli per migliorare nel trading

Lo studio mostra che la variante corona-micron si replica 70 volte più velocemente nel tessuto bronchiale rispetto alle altre varianti. L’immagine a destra mostra una cellula infetta da particelle di coronavirus. L’immagine è stata scattata dal NIAID Integrated Research Facility (IRF) negli Stati Uniti, in connessione con un ampio studio pubblicato all’inizio di questo autunno.

Deriva dalla vecchia variante

Bhattacharyya ritiene che la speranza che la relativa gentilezza dell’omcron possa significare che l’epidemia sta entrando in una nuova fase sia basata in parte su un presupposto errato.

Omikron può essere un piccolo passo indietro nell’intensità. Ma dice che potrebbe essere più pericoloso della versione originale del virus a NPR.

Omikron non si è sviluppato direttamente da Delta. Proviene da una versione precedente del virus circolata nel 2020. Secondo il ricercatore, l’omicron potrebbe essere peggiore della variante virale da cui si è evoluto.

Abbiamo un virus che peggiora nel tempo, dice Robi Bhattacharya.

Uno studio britannico ha mostrato che la variante alfa era il 40% più letale della variante originale. La partecipazione a sua volta ha raddoppiato il rischio di finire in ospedale rispetto ad Alpha.

READ  AMD Threadripper Pro 5000 WX arriva con gli appassionati quest'anno

L’alternativa potrebbe essere peggiore

I ricercatori ora ritengono che non ci siano garanzie che la prossima alternativa sarà più mite. Omikron potrebbe essere un’eccezione e la variante successiva è la peggiore.

Sebbene la maggior parte non sia chiara sul percorso successivo del virus, Bhattacharya ritiene che affinché la nuova variante diventi dominante, debba avere una maggiore capacità di replicarsi nel tratto respiratorio superiore.

Dovrebbe anche avere una buona capacità di penetrare gli anticorpi e altre parti del sistema immunitario.

Tuttavia, la diffusione non importa se la variante è buona o cattiva nel raggiungere i polmoni in quanto può causare malattie gravi.

Se questi cambiamenti rendano una nuova variante più o meno pericolosa è davvero una coincidenza, afferma Bhattacharya. a NPR.

Ma i ricercatori non credono che la nuova variante, non importa quanto pericolosa, significherà un’onda peggiore che durante il caos nella variante delta.

L’onda sarà più moderata

Precedenti vaccinazioni e malattie significano che una parte crescente della popolazione diventa immune e quindi riduce il rischio di malattie gravi nei nuovi focolai.

Stephen Goldstein, biologo evoluzionista dell’Università dello Utah, dice a NPR Che nel tempo, tutte le varianti dopo il delta appariranno più miti a causa di questi fattori.

Anche se la variante non avesse alcun cambiamento nella virulenza, sarebbe in pratica meno virulenta se la popolazione avesse un alto livello di immunità perché il grado di malattia grave sarebbe ridotto, dice.

Lo sviluppo nell’ambito del sistema omicron ha reso l’epidemiologo del governo svedese Anders Tegnell aperto al Covid-19 per entrare in una nuova fase quando l’ondata di infezione in corso si ritira.

– Siamo nei guai ora. Quello che abbiamo imparato dal Covid-19 è che la rete di sicurezza non basta. Sono necessarie molte reti con diversi tipi di restrizioni, consigli e restrizioni per controllare questo. Soprattutto quando abbiamo una così alta prevalenza di infezioni come quella attuale, ha detto Anders Tegnell giovedì.

Quando raggiungiamo il picco in due o tre settimane e lo avremo superato, puoi iniziare a pensare a come dovrebbe essere considerato il COVID-19 in futuro, afferma Anders Tegnell.

In Aktuellt di SVT giovedì sera, ha detto:

– Quindi devi decidere se ha davvero senso classificarlo come una malattia socialmente pericolosa.

Confermato il numero di feriti e morti nel mondo

Numeri internazionali della Johns Hopkins University, CSSE e numeri svedesi dell’Agenzia svedese per la salute pubblica. La mappa viene aggiornata quotidianamente.

Inserito: