TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I postumi di una sbornia etica si fanno sentire, ma i postumi di una sbornia regolare possono essere un po’ più miti nel deserto

Uno dei principali punti di discussione in vista della Coppa del Mondo è stato quello della birra santa. Chi può acquistarlo, dove può essere acquistato, ecc. Gli organizzatori hanno indossato i guanti duri due giorni prima della premiere, quando è stato annunciato che tutte le vendite di birra dentro e fuori le arene sarebbero state vietate.

Bagnare gli asciugamani su una fronte rovente nel caldo del deserto, 30 gradi e soleggiato in Qatar, avrebbe potuto essere un po’ d’aiuto, ma l’asciugamano bagnato di bacche proibito che la maggior parte dei fan avrebbe preferito fare a meno. Ma non c’è male che non porti con sé del bene.

È un fatto ben documentato che l’alcol non è per tutti. Le inibizioni vengono rilasciate e quando ti svegli al mattino, l’ansia può essere abbastanza evidente. In Qatar ci sono ottime possibilità di evitare questo stato d’animo, poiché le autorità non sono immediatamente favorevoli all’alcol.

Considerando che andare in Qatar non è esattamente economico a meno che tu non sia uno dei “turisti stipendiati” impiegati dagli organizzatori, può essere un buon sorso anche duro per gli standard europei obsoleti. Ora Nigel dello Scunthorpe, Dieter del Dresda e Andre del Bydgoszcz potrebbero svegliarsi dopo una partita con la loro squadra del cuore con ricordi abbastanza nitidi di ciò che è realmente accaduto in campo. E non con una carta Visa difettosa nel portafoglio, un dente rotto e un’inquietante ignoranza di ciò che è realmente accaduto ieri.

Forse anche il più devoto dei pugili concederà uno stage in cui picchia le persone per divertimento, rompe i bar e interpreta i ladri nelle strade quando è sempre presente la minaccia di un tempo più lungo in una prigione meno confortevole. E se non hai un livello di alcol nel sangue di 3,1, la soglia per usare il retto come trampolino di lancio per un fucile potrebbe essere più alta. Almeno si può sperare.

Infantino può dire quello che vuole, ma ovviamente il Qatar ha sbagliato. Potrebbe brillare, potrebbe brillare e potrebbe costare miliardi. Ma tutta la sporcizia morale che si annida sotto ogni lastra, mattone e blocco di marmo proietta una lunga ombra di sporcizia, ingiustizia e avidità sui Mondiali nel deserto.

READ  Molti sistemi IT del comune di Calix sono attivi e funzionanti, ma ci sono preoccupazioni per un nuovo attacco

Gianni Infantino ha detto il giorno prima della prima che si sente “come un Qatar, come un arabo, come un africano, come un omosessuale, come un lavoratore migrante”.

Certo, questa non è la prima volta che la Coppa del Mondo si svolge nel posto sbagliato. La Coppa del Mondo 2018 in Russia è stata un errore. Giunta argentina in un altro 1978. E sebbene la Coppa del Mondo del 1934 fosse un torneo piuttosto piccolo, nemmeno l’Italia sotto Benito Mussolini avrebbe dovuto vincere il campionato in quel momento.

Fu il presidente parigino della FIFA, Joao Havelange, a garantire all’Argentina la vittoria della Coppa del Mondo nel 1978. Un’Argentina in cui una brutale giunta perseguitava il popolo e perseguitava, torturava e uccideva decine di migliaia di dissidenti.

Con Havelange, presidente della FIFA dal 1974 al 1998 e membro del Comitato olimpico internazionale tra il 1963 e il 2011, la FIFA è entrata nell’età oscura delle tangenti, degli espedienti e delle frodi che hanno offuscato per sempre la reputazione e la reputazione dell’organizzazione.

Quando Havelange ha assunto Sepp Blatter, le cose sono peggiorate, o meglio se appartenevi al cuore più intimo della FIFA e potevi trarre profitto da tutti i loschi affari. Blatter ha finalmente manovrato fuori Havelange e, nei suoi diciassette anni al potere, è riuscito a guidare la FIFA esattamente nella direzione che voleva. Lo sporco svizzero ha dato alla parola Teflon un nuovo significato, ignorando di fatto uno scandalo dopo l’altro. Ma nel 2015 anche Blatter si è reso conto della realtà e ha dovuto dimettersi contro la sua volontà.

A quel tempo, Blatter era già diventato, almeno secondo lui, un fattore politico unificante sulla scena mondiale. Altri non sarebbero d’accordo, ma Blatter non è mai stato molto interessato ad ascoltare gli altri.

READ  Quasi un milione di persone lasciano la Russia dopo l'inizio della guerra: la star della pallavolo Lori Kerminen descrive il prezzo della rottura di un contratto come uno shock.

Condizioni di lavoro disumane, lavoratori ospiti trattati come schiavi, un ambasciatore della Coppa del Mondo che definisce l’omosessualità una lesione mentale. Fan assunti da altri paesi che ricevono viaggio, alloggio e un’indennità settimanale per tifare adeguatamente. Applicazioni che devono essere scaricate per non essere negato l’accesso. Firma dell’accordo. L’elenco di tutte le spiacevoli stranezze che circondano le feste nel deserto potrebbe essere allungato.

Infantino vuole ancora vedere il positivo in Qatar, che impiega molti stranieri per fare il duro lavoro.

I lavoratori ospiti guadagnano molto di più lavorando in Qatar di quanto farebbero nei loro paesi d’origine, soldi che possono poi inviare a casa alle loro famiglie. Un’opportunità che in Europa non esiste, dice Infantino.

È vero che i lavoratori del Bangladesh, del Pakistan e del Nepal guadagnano di più in Qatar che nei loro paesi d’origine. Che guadagnino circa 300 euro al mese in un Paese ricco di petrolio, e soprattutto di gas naturale, la dice lunga su quanto sia ingannevole l’emirato nei confronti di chi soffre di più nella società gerarchica del Qatar. Lo stipendio medio in Qatar è di circa 4.000 euro, ma i lavoratori espatriati possono solo sognare stipendi del genere.

Un lavoratore ospite dal Pakistan guadagna poco più di 1 euro l’ora.

Coloro che hanno criticato i critici della Coppa del Mondo per aver fornito un’immagine unilaterale delle carenze dell’emirato hanno ripetutamente affermato che il Qatar può cambiare attraverso il dialogo e che una Coppa del Mondo di un mese significa che miliardi di persone alzano gli occhi al cielo. al paese. Qualcosa che secondo alcuni può portare con sé qualcosa di buono.

In un mondo ideale, la situazione dei lavoratori ospiti, delle donne e delle minoranze sessuali nel paese migliorerebbe. Il prossimo congresso Fifa è previsto per la primavera e l’inverno, poi bisognerà prendere una decisione, per esempio, sul fondo di compensazione proposto da Amnesty International. La proposta sarà di 430 milioni di euro, soldi destinati ai lavoratori ospiti e alle loro famiglie. La FIFA non ha detto “boo” o “ban”, il Qatar non sembrava ansioso di sborsare i suoi sudati penny. C’è un chiaro pericolo che questo fondo venga dimenticato quando i riflettori su Doha verranno spenti nella settimana prima della vigilia di Natale.

READ  Midsummer riceve milioni di dollari di sostegno dall'Italia

C’è un chiaro pericolo di dimenticare molte altre cose. La legge della giungla e il denaro si applicano al grande palcoscenico e il Qatar è così ricco che l’emirato può continuare a ignorare e considerare rispettosamente ciò che l’Occidente pensa del Paese. Un mese di gioco per le gallerie sembra essere sufficiente per il principe.

La prossima conferenza globale si terrà in Canada, Messico e Stati Uniti. Non è chiaro al momento in cui scrivo dove andrà la Coppa del Mondo 2030, ma ci sono segnali che Infantino vorrebbe vedere l’Arabia Saudita come ospite in quel momento. Le ragioni, ovviamente, sono finanziarie. L’Arabia Saudita fa quasi sembrare il Qatar un paese modello quando si tratta di diritti umani. Ci sono piani per l’Arabia Saudita per ospitare la Coppa del Mondo insieme a Egitto e Grecia. Arabia Saudita, Egitto e Grecia. Vale la pena succhiare questo caramello.

Al giorno d’oggi, fortunatamente, è diventato molto difficile per i funzionari della FIFA influenzare il voto, dal momento che il Comitato Esecutivo, che per molti anni ha deciso arbitrariamente sui futuri padroni di casa, non ha più tale potere. Ora ogni Stato membro ha il diritto di voto e sebbene tutti i paesi possano ovviamente essere interessati, è molto più difficile di prima.

Come va in bagno? fortemente inclinato. Si inclina più del solito ma sarà difficile affrontare i giganti sudamericani. Molti romantici sperano che sarà Lionel Messi e l’Argentina e ovviamente c’è una possibilità, ma ancora qualcosa mi dice che sarà la Coppa del Mondo per il Brasile.

Idealmente, direi la Danimarca, ma forse la polvere da sparo danese non è affatto sufficiente.

Argentina, Lionel Messi, Brasile e Neymar sono tra i favoriti ai Mondiali.