TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Avviso di celebrazione: Norden Gerzic e Sebastian Eriksson prendono colpi diretti

Ci sono state molte discussioni accese sui social media nell’ultima settimana. Questo dopo che l’ultimo turno di Allsvenskan è stato segnato da cartellini gialli per i giocatori che hanno festeggiato i gol con i loro fan.

Domenica scorsa l’Allsvenskan è iniziato dopo la pausa estiva.

In primo luogo, è stato Daniel Eid dell’IFK Norrköping a saltare sul cartellone pubblicitario dopo il suo gol per 1-0 contro il Mjällby. Carta gialla.

Più tardi nel corso della giornata, Djurgarden ha giocato contro Sundsvall, Joel Asoro e Victor Edvardsen entrambi sono corsi fuori e hanno abbracciato i fan dopo aver segnato. Due cartellini gialli.

Ed è continuato lunedì, quando il Patriot Sedio del Malmö ha deciso di scegliere lo Skånederbyt contro l’Helsingborg ai tempi supplementari ed è scappato ad abbracciare le persone nel tallone della casa. Sì, avete indovinato: cartellino giallo.

I numerosi avvertimenti hanno suscitato forti reazioni in più punti.

– Non lo so… Penso sia strano che esista una regola del genere. Non so perché questo. Joel Asoro ha detto che non lo sapevo esprimere Dopo il cartellino giallo.

Il giocatore di Djurgaard ha detto che pensa che la regola dovrebbe essere rimossa:

– Lo penso decisamente. Soprattutto quando i tuoi fan. Allora penso che dovrebbe andare bene. Ma ora lo so comunque. In futuro, devi stare un po’ attento. Ma c’è molta adrenalina quando si segnano gol.

Aspre critiche da parte di tutte le personalità svedesi

Sebastian Ericsson dell’IFK Gothenburg è famoso per essere felice di festeggiare con i tifosi della squadra dopo i gol e le vittorie. Di certo non è stato avvertito in merito, ma il centrocampista è sulla stessa strada di Joel Asoro, ovvero che la regola non dovrebbe esserci.

READ  calcio russo

– È strano. Capisco se ti riferisci alla squadra avversaria o ai suoi tifosi. Ma devi festeggiare con i tuoi sostenitori. È abbastanza ovvio che qualcosa è andato storto da qualche parte, dice Seb.

A Sebastian Ericsson non piace la base. Foto: Niklas Almarin

Il suo compagno di squadra Simon Terne non è proprio critico.

– Se è una regola, puoi semplicemente seguirla. È davvero come togliersi la maglietta. Se vuoi festeggiare con i fan, dovresti essere pronto a ricevere un avviso. Poi ci sono molte regole che potresti trovare strane nel calcio. Ma se c’è scritto nel regolamento, non credo che ci sia molto da obiettare, dice.

Thern pensa anche che non influisca troppo sull’IFK a Göteborg.

Per noi è un po’ diverso, perché la nostra sezione del tallone è sul ripiano più alto. Non è così facilmente accessibile a Gamla Ullevi come in alcune delle altre arene.

Simon Thern non ha problemi con questo.  Dice:

Simon Thern non ha problemi con questo. “Se è una regola, puoi semplicemente seguirla”, dice. Foto: Michael Erich

Tra coloro che hanno reagito con forza ai cartellini gialli c’è l’esperto di Discovery Norden Gerzic, ex giocatore dell’Olsvenskan, tra gli altri, IFK Gothenburg e SK Orebro.

– È una regola stupida. È molto strano e non so dove andare. Per andare a festeggiare con i tuoi fan e prendere un cartellino giallo, che diavolo è quello? Dovremmo finalmente essere lì in piedi e dovresti stare in piedi come un candeliere quando segni? Il calcio è incentrato sulla passione e l’atmosfera mentre festeggi con i tuoi fan. È molto malato se non ti è permesso, dice Norden Gerzic.

Quando Jerzic ha commentato la partita tra Sundsvall e Djurgaarden, non ha prima capito perché Asuro fosse stato ammonito dopo il suo gol.

Non sapevo esistesse questa regola. Per fortuna ho colleghi competenti che conoscono le regole. Sono rimasto un po’ scioccato quando (Peter Barling) c’era una regola al riguardo, dice l’esperto di Discovery.

Nordin Gerzic crede che la base rischi di distruggere ciò che è bello nell’Allsvenskan.

– Quante volte i tifosi possono abbracciare giocatori o fare “cinque tifosi” durante una partita in questo modo? Significa molto festeggiare con un giocatore. I fan lasciano Stoccolma e salgono a Sundsvall dove la temperatura è di circa 400°C. Un giocatore che segna un gol e mostra il suo apprezzamento e poi ottiene un cartellino giallo? No, è come bloccare i sentimenti.

Interpretazione del governo dei governanti: ecco perché esiste la regola

Ma allora perché al-Qaeda? Bene, ci sono due ragioni diverse per mettere in guardia un giocatore su questo tipo di festeggiamenti. In parte se ci vuole così tanto tempo da distruggere il gioco diventa così. In parte se rappresenta in qualche modo un rischio per la sicurezza, come è avvenuto nei quattro avvertimenti emessi lo scorso fine settimana.

La regola pratica di Stefan Johannesson spiega:

Se corri sugli spalti rischi di far cadere persone e cose. Non dovresti arrampicarti su una recinzione antisommossa o stare su cartelloni pubblicitari che potrebbero ribaltarsi. Semplicemente non dovresti causare alcun disturbo, anche se in questo caso è felice.

L'ex arbitro d'élite Stefan Johansson è ora considerato la base arbitrale della Federcalcio svedese.  Foto: Michael Erich

L’ex arbitro d’élite Stefan Johansson è ora considerato la base arbitrale della Federcalcio svedese. Foto: Michael Erich

Capisci le critiche alla regola secondo cui molte persone trovano strano impedire i festeggiamenti con i fan?

– Sì, lo capisco, perché si tratta di gioia. Ma i giocatori devono ancora sapere che non dovresti saltare o fare nulla finché qualcuno non si mette nei guai. È davvero per il pubblico, per i giocatori, quindi nessuno si fa male, dice Stefan Johansson.

Oltre ai problemi già affrontati lo scorso fine settimana, Ammar Abdul Rahman Ahmed dell’AIK ha celebrato il suo gol contro il Degerforce correndo per i fan. Ma non ha ricevuto alcun avvertimento.

Può sembrare incoerente, ma l’arbitro Stefan Johansson crede che si tratti di giudicare il singolo giudice in ogni caso.

Lui stesso era un giudice d’élite prima, poi ha pensato che fosse difficile da affrontare.

Tutte queste domande di valutazione sono difficili. Allora non è piacevole avvertire qualcuno di gioia. Nessun giudice pensa che sia divertente, ma le indicazioni sono fatte in questo modo. È il loro lavoro farlo.

Ammar Abdel Rahman Ahmed ha festeggiato il suo gol contro il Degerforce con i tifosi dell'AEK in visita.  Tuttavia, non ha ricevuto alcun avviso.  Foto: Frederick Carlson

Ammar Abdel Rahman Ahmed ha festeggiato il suo gol contro il Degerforce con i tifosi dell’AEK in visita. Tuttavia, non ha ricevuto alcun avviso. Foto: Frederick Carlson

Quindi esamineremo come interpretarlo.

Norden Gerzic crede che l’arbitro nella partita tra Degerfors e AK abbia fatto la cosa giusta e che più persone dovrebbero seguirlo.

Se prendi in giro eccessivamente gli avversari, questo dovrebbe essere un avvertimento. Non mi piace per niente. Ma non puoi avvertire di questo. In questo caso, se l’interpretazione spetta al giudice, penso che nessuno dovrebbe dare il cartellino giallo. L’esperto commentatore dice, soprattutto se ti sei imbattuto nei tacchi, non saltare sulla rastrelliera o altro.

Capisci ancora perché la norma esiste e che è un aspetto della sicurezza?

– Quindi puoi vietare il ciclismo e tutto il resto, se è pericoloso per la sicurezza che i giocatori corrano e facciano festa con i fan. Non importa come festeggi un gol, i fan stanno in piedi, saltano, si abbracciano, corrono l’uno verso l’altro, bevono, tutto. È anche divertente. no no no. È solo sciocco. Secondo me è una regola sfortunata, la peggiore di tutte, dice Norden Gerzic.

Né Sebastian Ericsson accetta l’interpretazione della regola di IFK Gutenberg.

Le cose accadono sempre quando facciamo gol, indipendentemente dal fatto che tu festeggi con i tifosi o meno. Non credo che coloro che hanno deciso di farlo siano loro stessi con i tacchi, dice Blåvittspelaren.

Norden Gerzic vuole eliminare la regola. Anche Sebastian Ericsson. E non sono i soli in questo. Ma si può cambiare?

Stefan Johansson ancora:

Ciò che viene affermato nel regolamento è che non dovrebbe essere una “perdita di tempo” o una celebrazione impropria che può causare disordini. Come se non ti fosse permesso saltare una recinzione antisommossa, è abbastanza ovvio. La base non può essere rimossa, è lì per la protezione. Ma poi puoi sempre discutere l’interpretazione di questo. Se tutti non sono d’accordo con la regola e pensano che sia strano, esamineremo come interpretarla. Lo facciamo secondo molte regole diverse, sempre.

Vuoi saperne di più su come funziona GP con un buon giornalismo? Leggi il nostro Codice Etico quaggiù.