TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

ASF – ora in territorio italiano

L’isola italiana della Sardegna ha la peste suina africana (PSA) dal 1978. Ora il virus è stato rilevato anche in un cinghiale sulla terraferma.


Un cinghiale con PSA è stato trovato nell’Italia settentrionale fuori Ovada, 30 chilometri a nord-ovest di Jena e 85 chilometri a sud-est di Torino. Grafica: Malin Strandley

Entro la fine della prima settimana del 2022, le autorità della regione Piemonte del nord Italia hanno confermato che PSA aveva raggiunto il territorio italiano. La scoperta riguardava un cinghiale trovato morto a Owada e analizzato.


Controlla la diffusione


L’Italia ha istituito unità di crisi a livello locale, regionale e nazionale per mappare se il virus è diffuso o meno nella regione e controllarne la diffusione.


Su phys.org si cita Luigi Icardi, Assessore alla Sanità del Piemonte:


– Stiamo agendo con grande urgenza e l’attuazione di misure di controllo immediate e coordinate tra i cinghiali è fondamentale nel tentativo di contenere ed eradicare il più possibile la malattia.


Chiara evidenza di infezione


I rapporti ufficiali finora non hanno detto nulla su come il contagio si sia diffuso nella terraferma italiana, ma non a caso, a 80 miglia dalla più vicina area colpita in Germania, si ipotizza che sia stato coinvolto un fattore umano.


Secondo Eurostat, l’Italia è il settimo paese suino più grande dell’UE con una popolazione di suini domestici di 8,5 milioni rispetto agli 1,4 milioni della Svezia.






Articolo pubblicato mercoledì 12 gennaio 2022

—-

READ  La vincitrice dell'azienda Cecilia "È così brutto"