TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

A Casa con la Chef Sandra Masteo – Con Ricette

Entriamo La cucina casalinga di Sandra con arredi originali degli anni ’50 trasuda un vero amore per il cibo.

– Adoro la mia cucina! È in piedi da 70 anni e voglio che rimanga in piedi per altri 70 anni. Iniziata nel 1956, la casa in precedenza aveva un solo proprietario. Sono stato completamente felice che la cucina non sia stata “ristrutturata” come nella maggior parte delle case qui, tutti i vecchi arredi sono stati conservati.

Il fatto che la casa avesse ancora una cucina originale ha fatto decidere Sandra e suo marito Stefano. Foto: Gugge Zelander

Sandra e la sua famiglia si sono trasferiti qui 11 anni fa. Ma il marito di Sandra è nato e cresciuto qui nella zona residenziale di Jubadal, quindi è stata la sua infanzia.

– Mio suocero è venuto qui dall’Italia negli anni ’60 e poi hanno comprato casa qui. Quindi mio marito Stefano ha vissuto qui tutta la sua vita. Abbiamo riso del fatto che ora viviamo qui! Il cerchio si chiude, Sandra sorride e mi porge un cesto mentre usciamo a raccogliere i pomodori nell’orto assegnato.

Gli ingredienti per le pizze di Mustio provengono da qui! Foto: Gugge Zelander

Per lo meno, avere una “dispensa vegetale” nell’angolo dove coltivare tutto l’occorrente per cucinare è una sensazione armoniosa e meravigliosa. Raccolgono pomodori, fagioli, erbe e cavoli e li portano al ristorante, dice Sandra, e sì, il suocero è quello con il pollice verde in famiglia.

– Coltiva tutti i tipi di cavoli, spinaci e pomodori e si occupa di tutto, quindi stiamo andando bene, devo dire. Mio suocero ha 80 anni, quindi trovo anche divertente che tutti i nostri ortaggi nell’orto siano imparentati con lui.

Ricordi d’infanzia

Sandra sbatte il burro e dà un’occhiata all’antipasto di cavolfiore nel forno. Parla dei ricordi d’infanzia che prendono vita nel menu che prepariamo oggi.

Sandra Masteo cucina il cavolfiore nella sua cucina di casa.
“Chiunque può impressionare con mezza aragosta e roya, ma con un cavolfiore o una melanzana, questa è arte culinaria!” Foto: Gugge Zelander

– Sono cresciuto con mia madre che era sola con me e mia sorella. Lavorava molto, quindi Finler non aveva né tempo né denaro in cucina. Il pasto era abbondante e noi tre abbiamo condiviso un cavolfiore con burro e sale. Mi dà sicurezza e bei ricordi di noi seduti e cenando insieme.


Medicinale: Cavolfiore al Forno Ricetta di Sandra Masteo


Anche i dolci della casa d’infanzia sono nostalgici. Ma la grande passione per il cibo nella vita di Sandra oggi, il cibo italiano, viene dalla suocera Rosanna.

– È incredibile quello che riesce a fare quella ragazza con una melanzana, e devo ringraziare mia suocera per tutto quello che so sulla cucina oggi. Quando ho conosciuto Stefano ho subito capito che qui la famiglia è al centro. Ha abbracciato non solo lui, ma tutta la sua famiglia rumorosa e amante del cibo. Dopo la prima cena ero sotto shock, non avevo mai mangiato così tanto, soprattutto poco cibo e così tante verdure. Eravamo studenti poveri, andavamo in bicicletta a casa di mia suocera e cenavamo più volte alla settimana per anni, il che mi ha insegnato tutto sui sapori, i contrasti e, non ultimo, gli oli d’oliva.

Vivi la vita da sogno

Oggi Sandra vive la sua vita da sogno insieme a suo marito Stefano, i figli della coppia e una pizzeria a Limhamn. Ma non ha mai pensato che la cucina sarebbe diventata la sua passione e la sua carriera. Invece, aveva quasi zero interesse per ciò che stava mettendo in se stessa.

READ  Bollette fiscali semplici, perché ci hanno ingannato

Farmaco: Così si fa la pizza margherita alla maniera di Sandra Masteo


La pizza margherita è condivisa con i divisori per pizza.
La Pizza Margherita Classica è semplice nei suoi sapori puri. Tutto dipende dagli ingredienti, consiglia Sandra. Foto: Gugge Zelander

– Sono cresciuto senza preferenze per quello che c’era nel piatto. Il cibo è diventato importante solo quando sono entrata a far parte della famiglia italiana di mio marito. Tutte le cene a casa dei suoceri stuzzicavano le papille gustative e la curiosità. Dopo essere diventata mamma, ho voluto cucinare la mia pappa e ho iniziato a studiare. Ho eliminato le cose cattive e ho iniziato a cucinare per me stesso.

La chef Sandra Masteo serve zuppa di rosa canina con bisque di mandorle e crema di mandorle acide.
Un dessert nostalgico sotto forma di zuppa di rosa canina, pan di spagna alle mandorle e crema di mandorle acide. Foto: Gugge Zelander

Farmaco: Zuppa di rosa canina con biscotti alle mandorle e crema di mandorle acide di Sandra Masteo


Sandra ci dice che all’epoca non era molto contenta di se stessa e del suo peso. Ha deciso di approfondire ciò che indossa e come influisce sul suo corpo e sul suo umore.

– È stato allora che ho decifrato il codice su come mettere insieme un buon pasto, il che mi ha fatto capire per la prima volta nella mia vita che potevo farlo, ed ero davvero bravo a farlo. Ho scoperto di essere più bravo della media in cucina. Oggi lavoro con mio marito nel cibo e abbiamo molti dipendenti: è incredibilmente bello! La cosa più importante è che dobbiamo lavorare insieme e ci chiediamo sempre l’un l’altro “Pensi che sia divertente?” Finché la risposta è “sì”, continuiamo.

“Piccola mia! Puoi mettere tutto in questo forno! Questo è il mio posto, nessuno può disturbare il mio forno. Foto: Gugge Zelander

3 veloci:

Il miglior lusso quotidiano: Ogni pasto diventa un piacere e le piccole cose possono essere gustate. Come prendere cinque minuti di sole sulle scale con una bella tazza di caffè, o andare nell’area di coltivazione, raccogliere i propri fagiolini e poi cucinarli in modo semplice. È il lusso di tutti i giorni!

READ  Swanberg rende omaggio a Mihajlovic: "Ci sono tanti ricordi"

Amore: Tutto dalla griglia, pizza alle verdure. Niente ha un sapore migliore quando è cotto!

Sempre in frigorifero: Cavolo, verdure varie, avocado, parmigiano. Comincio sempre con quello che ho in frigo quando preparo la cena. L’altro giorno avevo delle lenticchie nere avanzate, quindi le ho arrostite e condite con formaggio grattugiato e olio d’oliva. E le verdure, mamma mia mangio le verdure!